Racconti di vita frugale, di autoproduzione, decrescita, riciclo, decluttering e downshifting , che sono parole spesso citate nei miei post. Uno stile di vita semplice, progetti creativi e di vita di una famiglia assolutamente sperimentale e di due bambine. Idee che dalla mia testa finiscono su queste pagine. Gocce di vita, esperienze e ricette da condividere e da copiare! Benvenuti in questo mondo!

sabato 24 settembre 2016

cuori di carta in un pomeriggio d'autunno

buonasera!!! sono rimasta a pensare ad un post scritto da giulia riguardo alle potenzialità della carta.
allora ho ripreso i miei vecchi libri che tempo fa convogliavano il mio disprezzo e in 10 minuti ho tirato fuori questi due cuori imbottiti. io li ho cuciti, ma potete tranquillamente incollarli. siccome al natale bisogna sempre pensare, incomincio a creare qualcosa che sarà in bellavista sull'albero, che quest'anno avrà più spazio per essere protagonista nella casa dei sogni: sono infatti in corso lavori di ristrutturazione che renderanno merito al minisoggiorno.
non ho fatto altro che tagliare a forma di cuore due fogli sovrapposti.
li ho leggermente imbottiti ed ho cucito i bordi. incollare è meglio, perchè cucire non è semplice quando trattasi di carta imbottita!
ho pensato poi a due cose a me molto care: la casa e le ali, che sono soggetti ricorrenti nei miei lavori strambi.
la casa è rappresentata da una minicasa fermata da un pezzo di washitape, l'amore per essa dalla targhetta di carta e, visto che c'ero, ci son venuta anche io..travestita da matrioska!
l'altro cuore è decorato con una piuma bianca ed un fiore crochet.
per completare il lavoro, con del sottile filo di ferro, ho fatto due manici.

combinazione, ad una rilettura delle pagine, a parte l'ospizio che spero non faccia parte della mia vita, il tema è decisamente coerente.
ho rifinito il tutto con un'etichetta stampata e sagomata su foglio adesivo.
..e del barattolo vintage cosa ne pensate? mi piace da matti. ha anche il rubinetto per poter attingere direttamente dal vetro il succo che presto andrò a metterci..
l'ho scambiato, ovviamente! e mi son chiesta più volte come mai non potesse servire a chi me lo ha mandato..è bellissimo!
felice sabato!

mercoledì 21 settembre 2016

cicale o formiche? atto II

ricordate la favola della cicala e della formica di Esopo?
l'autunno è la stagione ideale per autoprodurre.
non fa eccessivamente caldo.
siamo un pò nostalgici per la fine della bella stagione ed autoprodurre ci distrarrebbe.
potremmo orgogliosamente mettere da parte una quantità indefinita di leccornie e prelibatezze da condividere con la famiglia e gli amici.
potremmo risparmiare un bel pò di denaro e guadagnare tanto in salute.
non produrremmo spazzatura, in quanto rilaveremmo e riutilizzeremmo i barattoli di vetro.
senza contare la componente divertimento se in certe conserve si coinvolgono i bambini :)
e non venitemi a dire che non avete tempo.
non ci credo: non è una questione di tempo, ma di organizzazione.
neppure io ho tempo, ve lo assicuro. anche in casa c'è sempre qualcosa da fare..e più di mezza giornata la passo al lavoro.
però mi organizzo: impasto al mattino per infornare al pomeriggio.
taglio la frutta dopo pranzo e faccio la marmellata dopo cena.
e se non taglio la frutta preparo una ciambella per le colazioni della settimana.
se quantifichiamo il tempo impiegato ci rendiamo conto che questo è veramente irrisorio.
per esempio: stamattina ho denoccilato l'uva che mi è stata regalata.
oggi pomeriggio ho preparato la marmellata. nel frattempo ho rimess a bollire i barattoli del sugo al tonno preparati ieri sera. il tutto mentre la lavatrice faceva il suo. alle 17 e 43, ovvero in questo momento, ho finito: il bottino?

 8 barattoli di marmellata di uva.
e 10 barattoli di sugo al tonno pronti per la dispensa.)
ops..i panini integrali vanno ancora infornati..ma questo lo rimando durante la cena, nel frattempo crescono in teglia:)
 p.s anche denocciolare la frutta è divertenete, se proponete una gara tra bambini:)
come va la vostra autopruduzione? fatta la salsa? e le marmellate?
buona serata!!! 




martedì 20 settembre 2016

quando l'improvvisazione fa la differenza

sabato mattina, verso le 10.00 ero assorta nel mio lavoro quando, perlappunto improvvisamente, il don amico mi chiama per comunicare che domenica, ovvero il giorno seguente, arianna avrebbe fatto la sua prima comunione.
ma si può?
devo fare una breve premessa, dicendo che , controcorrente come siamo, i festeggiamenti solenni ci piace farli in separata sede. a nostro parere, e nel pieno rispetto dei pareri altrui, non è opportuno fare di una celebrazione un evento mondano. ragion per cui avevamo chiesto di andare in santuario, con la calda raccomandazione di farci sapere..almeno con qualche giorno di anticipo!
sapete come la penso riguardo alla/e religione/i e come io sia rispettosa dell'altrui parere: l'occhialuta ha voluto ricevere il sacramento..e sacramento sia!
dopo un primo momento di panico mi son rimboccata le maniche! ho preso una scatola, l'ho rivestita e decorata con della stoffa barattata, ho acquistato in tutta fretta dei barattoli di miele locale, confezionati e donati come bomboniera.
ho ripreso il vestitino, dono di Pat, l'ho rinfrescato un pò, ho assemblato una piccola coroncina e provveduto a prenotare in agriturismo per un pugno di persone (quelle che son riuscita a pescare e che si sono dimostrate entusiaste e curiose di questa festa all'improvviso, nel giro di qualche ora)
inutile dire che, in pochi mesi, quello che era un abitino al ginocchio è diventato quasi mini..non è che io sia una vatussa, ma l'occhialuta ha decisamente spiccato il volo!

in una quasi torrida domenica di quasi autunno, dopo la cerimonia, così per smorzare un pò la tensione..tutti in piscina!!!!!!!!!!!!!

e dopo un buon pranzo e tante belle chiacchiere...
un'ottima fetta di torta al limone
beh, considerando che il tutto s'è organizzato davvero in poche ore..che dire! stanchi ma felici!

mercoledì 7 settembre 2016

un affare d'oro

carpe diem...vabbè del tempus fugit ne parliamo un'altra volta!



vi racconto cosa mi è successo l'altra sera, di ritorno da lavoro.
mi fermo presso una bancarella che vendeva frutta e verdura, con l'intenzione di acquistare dei pomodori per condire delle frese: data l'ora tarda, la fantasia culinaria non mi ha aiutata!
nel mentre sceglievo i pomodori il tizio fruttivendolo mi propone di vendermi una cassetta di pomodori maturi e succosi, purtroppo invendibili perchè troppo in là ed una cassetta di pesche nello stesso stato per un totale di 4 euro. potevo dire di no? ho mandato a quel paese la stanchezza e, tornata a casa, mi sono messa subito all'opera!
ho ripreso barattoli e coperchi, li ho sterilizzati: è importantissimo questo passaggio!
il vetro in forno ed i coperchi sul fuoco. dopo averli asciugati per bene ho aperto le danze!

con i pomodori, ho sfornato 24 barattoli di sugo piccante..arrabbiato al punto giusto..
già pronto da versare sugli spaghetti.
ad un kg di pomodori ho aggiunto mezza cipolla, uno spicchio di aglio, un ciuffo di basilico, un cucchiaino di sale ed uno di zucchero.
ho lasciato cuocere per un'oretta. ho poi frullato il tutto per un gusto più vellutato. ho invasato, messo a testa in giù e lasciato raffreddare. ho infine fatto bollire i barattoli per mezzora per una doppia e più sicura sterilizzazione.
il giorno dopo ho provveduto a trasformare le pesche in marmellate, pesche sciroppate e succhi.
sempre con lo stesso procedimento ho sterilizzato i barattoli e le bottiglie, rigorosamente riciclate.
dato il livello di maturazione ottimale, ho utilizzato davvero una quantità irrisoria di zucchero.
per i succhi: stesso peso di frutta e acqua ed un quarto di peso di zucchero.
per la marmellata: idem come sopra senza acqua
per le pesche sciroppate: peso della frutta, mezzo peso acqua, un quarto di peso di zucchero.

allora, se la matematica non è un'opinione:
con 4 euro ho prodotto:
24 barattoli di sugo pronto
14 bottiglie di succo da mezzo litro
8 barattoli grandi di marmellata
6 barattoli grandi di pesche sciroppate.
qualche ora di lavoro, peraltro piacevole e motivante, una grande soddisfazione finale!
e voi..a che punto siete con gli imbottigliamenti di fine estate?

mercoledì 27 luglio 2016

posso farcela? ovvero come fare di necessità virtù!

buonasera carissimi,è da qualche settimana che non ho il pc. affannosamente scrivo dallo smartphone, che non è il massimo della comodità! ma la voglia di fare due chiacchiere è tanta e quindi ci provo!
intanto incomincio dal mostrarvi le mie arance, dolci e succose che, insieme ai limoni, sono importante fonte di vitamina. una buona spremuta al giorno toglie il pediatra di torno durante l'inverno! e qui se ne fa largo uso..
quest'anno, per una serie di motivi che non sto qui ad elencare, non si parte per alcun luogo. tuttavia si è deciso che, se maometto non va alla montagna la montagna va a maometto. siccome abbiamo una bella bandiera blu che sventola sulla spiaggia, faremo i turisti a casa nostra: ci concederemo qualche cena al ristorante e delle lunghe passeggiate al calar del sole...siccome però il lupo perde il pelo ma non il vizio, da malati di autoproduzione quali siamo, stiamo facendo come le formichine laboriose e stiamo facendo provviste per l'inverno che verrà!
incominciamo dai kiwi, o kibos che dir si voglia :)





 cosa fare se un caro amico ti omaggia di una cassetta di kiwidel suo orto? marmellate, of course, ma anche succhi ricchi di fibra e vitamine..




 a questo proposito,  se vorrete cimentarvi con la produzione casalinga qualche suggerimento: per sbucciare i frutti utilizzate un cucchiaio con cui scavare le calotte mature..farete in un attimo! e , per una maggiore sicurezza,  fate sempre la doppia sterilizzazione,  prima a caldo e poi in pentola..aggiungete ai composti il succo di un limone, servirà a preservare il colore e una mela tagliata a pezzetti, ottimo addensante naturale.
arianna, nel frattempo,  organizza sfilate di moda degne delle migliori passerelle milanesi!

 autoproduzione a parte,  non mancano le ore trascorse in spiaggia. dopo esserci equipaggiate senza denaro,  graziea zerorelativo e cose inutili,  siamo pronte a cavalcare le onde, con tanto di costumi, parei e borse abbinate!
dite un po'..non è bellissimo questo mare? non vi dico che spettacolo al tramonto! e cosa c'è di meglio diun buon libro ed una birretta fresca in riva al mare, facendosi accompagnare dal suono dolce delle onde sulla battigia?
eccolo, maestoso il mio mare, medico della calma, panacea dei miei pensieri positivi antecena.
al mare trascorriamo pomeriggi interi, fino al tramonto ed oltre. a sentirne il rumore e l'odore.

siccome però fa molto caldo, abbiamo pensato di non cucinare. ovvio..la calura a volte davvero non si sopporta. abbiamo scoperto il magico cous cous, che si prepara a freddo, che condiamo semplicemente con pomodorini, aglio e basilico ed un goccio di olio d'oliva e serviamo freddo.
il barattolo dei sapori è sempre pronto ad ospitare infredienti genuini e leggeri..senza schizzi fastidiosi ;)

eccolo qui sua maestà il cous cous, alle verdure per gli ospiti questa volta, aromatizzato alla menta ed al curry.
prepararlo è facilissimo. occorre, in quantità che deciderete voi in base ai vostri gusti..
verdure, aglio e cipolla, menta, basilico e curry.
da cuocere molto lentamente irrorando con del vino bianco, per far miscelare i sapori. provate e ditemi! ma non dimenticate la menta. senza, sarebbe insipido ..
capirete dalla tavola e dal nujmero di commensali, che la casa si apre al prossimo, agli amici, ai parenti di passaggio, agli ospiti del b&b.
e siccome l'autoproduzione crea dipendenza, complice la volgia di freschezza, abbiamo fatto i ghiaccioli al limone e all'arancia..una delizia!

infine, la scoperta della bonta del pane azzimo ai semi. facilòissimissimo, e si può cuocere anche in padella!
farina integrale, acqua, semi vari. io non metto altro, ma chi volesse, potrebbe aggiungere un pizzico di sale..

buonissimi, leggeri, innocui, ricchi di fibre, i panelli li conserviamo sottovuoto, anche per un paio di mesi (al massimo!)
beh, cosa aggiungere? vi auguro momenti indimenticabili, felicità contagiosa e gioia collettiva. io sono parecchi impegnata con le torte da offrire ai miei graditi ospiti. ma , prometto, ci risentiremo molto presto! felice pomeriggio

sabato 25 giugno 2016

holiday!



“Tutte le volte che ti scopri a essere preoccupato/a... parla con il tuo corpo e digli di rilassarsi, perché non c'è niente che lo minaccia, è al sicuro nelle tue mani, tu lo assisti e lo proteggi.”
                                                                                                               G.C. Giacobbe


buongiorno! sono stata assente e latitante, sono stata ricercata per mari e per monti. questi ultimi mesi sono stati difficili, costellati da nascite e dipartite, da lavori da completare, dalla mente ingombra e da ritmi ai quali non sono proprio abituata!
ma da stamattina posso guardare il mio mare con altri occhi.
qualcosa è cambiato, come è in fondo giusto che sia. tanto per cominciare e per rendere tangibile il cambiamento, ho tagliato i capelli, come se volessi liberarmi del fardello di responsabilità che ho dovuto sostenere negli ultimi tempi.
poi ho fatto un acquisto che meditavo da tempo. mi sono regalata un tavolo xxxxxxlllll per ospitare familiari, amici e viandanti..
 non guardatelo così..perchè diventa esattamente il doppio!
qui presto posizionerò la macchina da cucire, perchè non vedo l'ora di ticchettare di nuovo!
ho preso un'altra drastica ma ponderata decisione: ho completamente abolito la plastica: in casa solo stoviglie di ceramica e terracotta e vetro..ovviamente!
e modificato l'alimentazione, che adesso è quasi completamente integrale.
oggi però un'eccezione:)
siccome a pranzo la decenne ha invitalo le cuginette, abbiamo preparato un veloce cheesecake, fresco fresco..con questa calura!
gli ingredienti:
biscotti da latte
un bicchiere di latte
200 ml panna e philadelphia 2 panetti
crema al cioccolato per decorare
in una ciotola quadrata abbiamo inzuppato leggermente i biscotti nel latte e li abbiamo adagiati sul fondo della pirofila
poi abbiamo preparato la farcia , montando la panna con il philadelphia
quindi abbiamo fatto due strati, uno di biscotti ed uno di farcia
alla fine abbiamo decorato con un filo di crema al cioccolato e con una forchetta ci siamo divertite a fare dei ghirigori
il tutto in 10 minuti! abbiamo poi riposto in frigo e slurp!
a seguire, nel pomeriggio, passeremo del tempo a leggere..tutti! perchè la lettura è importante;
i libri sono stati tutti rigorosamente scambiati, e saranno liberati una volta letti!
a proposito di scambi...guardate un pò cosa mi sono regalata senza soldi:)
chi mi conosce sa bene quanto ami i pois..e allora non potevo lasciarmi sfuggire queste tazzine deliziose..perchè, detto tra noi, io al caffè non posso propsio rinunciare!!
e se, quando servo agli amici abbinassi questi deliziosi piattini??
grazie Pat! tu si che mi conosci bene..pur non vendomi mai vista da vicino:)
beh..tutto sommato, nonostante tutto, la vita è meravigliosa! quella vita fatta di piccole cose, di chicche apparentemente insensate, di chicchiere virtuali e non, di caffè, thè ed altri piccoli piaceri...
come apputo questa meravigliosa creatura che ospito da una settimana in camera da letto..

pare sia curativa: sarà l'effetto placebo ma...è davvero rilassante!
perchè vi confido che tutto lo stress degli ultimi tempi ha scombussolato letteralmente il mio corpo...
pruriti, intolleranze, insonnia e che vi dico ancora?
mi sono rivolta a madre natura: ho eliminato tutto quello che è chimico! i fiori di bach sono un aiuto valido, ed anche i cosmetici bio.
vi consiglio di visitare il sito o la pagina facebook di officina naturae 
10 litri di detergenti sono già arrivati: se si cambia..bisogna farlo alla grande a suon di taniche!
ed i solari li ordinerò quanto prima, perchè il mare mi sussurra di avvicinarmi alla spiaggia!
non sono una di quelle che si fanno una to do list. nel mio stato confusionario sarebbe inutile, ma una partola d'ordine è d'obbligo: relax!
a presto :)